“DALLA MORTE ALLA VITA DI SANTA MARIA MADDALENA”

ATRANI: IL 29 LUGLIO PER LA PRIMA VOLTA L’ESECUZIONE DEL DRAMMA SACRO SETTECENTESCO “DALLA MORTE ALLA VITA DI SANTA MARIA MADDALENA”

Data:
23 Luglio 2019

Grande appuntamento ad Atrani lunedì 29 luglio: a partire dalle 20.30 in Piazza Umberto I sarà eseguito, per la prima volta in tempi moderni, il Dramma Sacro “Dalla Morte alla Vita di Santa Maria Maddalena” di Leonardo Leo. La messa in scena dell’opera, finanziata dallo   Scabec (Società Campana Beni Culturali) presieduta da Antonio Bottiglieri, e dal Comune di Atrani, sarà eseguita dall’Orchestra Barocca “La Confraternita de’ Musici” sotto la direzione del maestro Cosimo Prontera mentre la regia è di Stefania Panighini. Il Dramma Sacro conta tre atti e fu commissionato dalla comunità atranese al grande compositore della Scuola Napoletana del Settecento Leonardo Leo. Come si legge nel “Libro de’ Parlamenti della Città d’Atrani” a pagina 120 (raccolta delle deliberazioni per il periodo 1689 – 1727), nel febbraio 1722 l’Università di Atrani (Comune) propose ai suoi cittadini di concludere i festeggiamenti in onore di Santa Maria Maddalena con un’opera in musica di Leonardo Leo eseguita dal Conservatorio di Napoli a spese dello stesso comune e con le offerte dei devoti. L’opera venne eseguita ad Atrani nelle sere del 20, 22, 25 e 26 luglio 1722, e riscosse un successo notevole tra applausi e pianti di commozione universali. Dell’opera Sacra non si ebbero più tracce fino a qualche anno fa quando comparve in un antiquario parigino. Dopo aver segnalato la scoperta al Centro Studi e Documentazione «Leonardo Leo», durante l’edizione 2011 del Barocco Festival, l’opera è divenuta oggetto di una sottoscrizione pubblica che ne ha consentito l’acquisizione. L’11 gennaio 2012, a San Vito dei Normanni, si è svolta la conferenza stampa di presentazione del manoscritto. Il 1°aprile 2015 il Comune di Atrani con la delibera n.40 si è mobilitato affinché il dramma sacro “Dalla Morte alla Vita di Santa Maria Maddalena” fosse rappresentato tramite un programma congiunto con il Comune brindisino di San Vito dei Normanni e il Barocco Festival “Leonardo Leo”. Tra gli obiettivi perseguiti dall’Amministrazione de Rosa rientra infatti la valorizzazione delle numerose realtà e potenzialità del territorio; offrire momenti di intrattenimento che riguardano soprattutto la valorizzazione degli aspetti culturali e storici del territorio. Per questo motivo il Comune di Atrani trasmise al Ravello Festival, alla Provincia, alla Regione e ai privati il programma dell’iniziativa chiedendo un finanziamento affinché l’opera tornasse a rivivere tre secoli dopo. Lo scorso anno l’opera fu presentata in Collegiata ad Atrani dal Maestro Cosimo Prontera, titolare della cattedra di Organo e Composizione Organistica al Conservatorio “Gesualdo da Venosa (PZ), membro della British Harpsichord Society e direttore dal 1997 del Centro Studi Musicali “Leonardo Leo”. Dopo Atrani, l’opera dimenticata su Santa Maria Maddalena sarà messa in scena a San Vito dei Normanni, città natale di Leo, domenica 25 agosto nell’ambito della XXII edizione del Barocco Festival, per la regia di Stefania Panighini e l’esecuzione dell’Orchestra Barocca La Confraternita de’ Musici, diretta dal M.O Prontera. Grande attesa dunque per la messa in scena di un’opera “dimenticata” per tre secoli, le cui musiche e arie non si ascoltano dal 1722 e che rivivranno proprio in Piazza Umberto I ad Atrani lunedì 29 luglio alle 20.30.

Ultimo aggiornamento

Giovedi 27 Novembre 2019