TORRENTE DRAGONE: intervento di somma urgenza per il ripristino funzionalità delle vasche borboniche e svuotamento briglie posizionate alla località Pontone.

Comune di Atrani soggetto attuatore dei lavori

Data:
21 Novembre 2021
Immagine non trovata

In data 4 novembre 2021 il Comune di Atrani, in seguito agli eventi meteorici eccezionali e dell’allerta meteo tra i giorni 3 e 4 Novembre 2021 ha chiesto alla Direzione dei Lavori Pubblici e al Genio Civile della Regione Campania un sopralluogo urgente allo scopo di verificare lo stato dei luoghi ed il regolare deflusso del Torrente Dragone, onde operare una valutazione approfondita finalizzata a scongiurare eventuali rischi per la pubblica e privata incolumità.

Il giorno successivo, il Comune di Atrani ha effettuato un sopralluogo congiunto con i funzionari del Genio Civile di Salerno, Ing. Alessandro Gambardella e geom. Vincenzo Sada, in occasione del quale è stato riscontrato il carente stato manutentivo di una briglia finestrata con la fondazione del paramento idraulico completamente eroso alla base e che la vasca immediatamente a valle risultava completamente riempita con materiale alluvionale facendo venire meno la sua funzione di contenimento del trasporto solido. Inoltre la pavimentazione dell'alveo del Torrente Dragone, nel tratto compreso tra le suddette opere idrauliche e l'imbocco del tratto tombato attraversante il centro abitato, è risultata in più punti divelta con possibile trasporto verso valle del materiale di rivestimento. Successivamente il sopralluogo si è esteso, insieme al tecnico del Comune di Scala, anche in corrispondenza delle briglie selettive poste nel Comune di Scala in loc. Pontone e bivio Ravello/Scala constatando il totale riempimento delle stesse con la presenza di materiale generato dal trasporto solido.

Considerato che lo stato dei luoghi era tale da far sussistere condizioni di pericolo per la pubblica e privata incolumità, è stato redatto verbale di somma urgenza, ai sensi degli artt. 18 e 67 della L. R. n. 03/2007 e dell'art. 163 del D. Lgs 50/2016, al fine di ripristinare le opere e la funzionalità idraulica nel tratto del Torrente Dragone.

Il Comune di Atrani è stato individuato come soggetto attuatore dei lavori che saranno eseguiti dalla ditta “Ferrigno Michele s.a.s. di Ferrigno Tiziano & C.” per un importo di circa euro 97.000, comprensivi dei lavori in economia come si evince dalla perizia redatta dai tecnici del Genio Civile di Salerno, ed interamente finanziati dalla Regione Campania.

In sintesi i lavori consistono:

  • nel ripristino della fondazione della briglia selettiva e del tratto d'alveo dove necessario;

  • lo svuotamento della vasca immediatamente a valle e, per migliorare la sua funzionalità idraulica, prevedere alla realizzazione di un'ulteriore finestratura sul suo paramento in modo da facilitare il deflusso ed il trasporto del materiale di ridotte dimensioni in regime di piena ordinaria;

  • il ripristino, dove necessario, della pavimentazione del tratto d'alveo compreso tra la vasca ed il tratto tombato con rinforzo del tratto di muratura spondale in dx idraulica a valle della vasca;

  • svuotamento delle vasche con briglie selettive nel Comune di Scala in loc. Pontone e bivio Ravello/Scala con lo spostamento delle putrelle in modo tale da migliorare la loro funzione;

Questi interventi di somma urgenza sono finalizzati alla indifferibile necessità di ridurre i rischi alla popolazione, alle infrastrutture ed al territorio attraverso opere volte ad elevare il grado di sicurezza del torrente Dragone e il responsabile del procedimento, Ing. Fabrizio Polichetti, seguirà tutte le fasi dei lavori nel territorio.

L’Amministrazione Comunale di Atrani ringrazia la Regione, il Direttore Generale per i lavori pubblici e la Protezione Civile dott. Italo Giulivo e i tecnici del Genio Civile che si sono dimostrati attenti e sensibili alle richieste del nostro territorio; allo stesso tempo auspica la formazione di un tavolo tecnico permanente partecipato dalla Regione Campania, dai Comuni di Atrani, Ravello e Scala, e dalla Comunità Montana sia per individuare il soggetto incaricato di  effettuare la manutenzione ordinaria della briglia a pettine posta nel comune di Scala nonché delle altre opere idrauliche; sia per consentire un confronto costante sul problema della sicurezza del fiume, fondamentale per la tutela dei cittadini e del territorio tutto.

Ultimo aggiornamento

Giovedi 02 Dicembre 2021