AVVISO PUBBLICO PER CONTRIBUTI A FONDO PERDUTO PER LE SPESE DI GESTIONE SOSTENUTE DALLE ATTIVITÀ ECONOMICHE COMMERCIALI E ARTIGIANALI OPERANTI NEL COMUNE DI ATRANI

E’ stato pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 302 del 4 dicembre, il DPCM 24 settembre 2020 che definisce, per ciascuno degli anni dal 2020 al 2022, le modalità di ripartizione, i termini, le modalità di accesso e di rendicontazione dei contributi ai comuni, a valere sul "Fondo di sostegno alle attività economiche, artigianali e commerciali".

Data:
03 Gennaio 2021
Immagine non trovata

AVVISO PUBBLICO

PER CONTRIBUTI A FONDO PERDUTO PER LE SPESE DI GESTIONE SOSTENUTE DALLE ATTIVITÀ ECONOMICHE COMMERCIALI E ARTIGIANALI OPERANTI NEL COMUNE DI ATRANI

(scadenza 15 gennaio 2021)

 

SOGGETTI BENEFICIARI

Sono le piccole e micro imprese - di cui al decreto del Ministero dello Sviluppo Economico del 18 aprile 2005 -che:

  1. svolgono, alla data di presentazione della domanda, attività economiche in ambito commerciale e artigianale (iscritte all’albo delle Imprese artigiane) attraverso un’unità operativa (unità locale) ubicata nel territorio del Comune di Atrani;
  2. sono regolarmente costituite e iscritte al Registro Imprese o, nel caso di imprese artigiane, all'Albo delle imprese artigiane e risultino attive al momento della presentazione della domanda;
  3. non sono in stato di liquidazione o di fallimento e non sono soggette a procedure di fallimento o di concordato preventivo.

 

DOTAZIONE FINANZIARIA

L'importo complessivo dei fondi messi a disposizione con il presente Avviso è pari ad euro 22.652,00 a valere sulla quota della prima annualità di cui al DPCM sopra citato.

 

AMBITI DI INTERVENTO

 

Le azioni di sostegno economico di cui al presente avviso possono ricomprendere le seguenti iniziative finanziabili:

a) erogazione di contributi a fondo perduto per spese di gestione;

b) iniziative che agevolino la ristrutturazione, l’ammodernamento, l’ampliamento per innovazione di prodotto e di processo di attività artigianali e commerciali, incluse le innovazioni tecnologiche indotte dalla digitalizzazione dei processi di marketing on line e di vendita a distanza, attraverso l’attribuzione alle imprese di contributi in conto capitale ovvero l’erogazione di contributi a fondo perduto per l’acquisto di macchinari, impianti, arredi e attrezzature varie, per investimenti immateriali, per opere murarie e impiantistiche necessarie per l’installazione e il collegamento dei macchinari e dei nuovi impianti produttivi acquisiti.

 

Pertanto, solo a titolo esemplificativo e non esaustivo, le spese finanziabili potranno riguardare:

a) Spese per adeguamento al “Protocollo condiviso di regolamentazione delle misure per il contrasto e il contenimento della diffusione del virus COVID-19 negli ambienti di lavoro”:

  • Servizi di consulenza in materia di sicurezza e salute nei luoghi di lavoro
  • Aggiornamento DVR
  • Valutazione del rischio biologico (tra cui ricade il rischio da Covid-19)
  • Informazione datore di lavoro
  • Informazione lavoratori e utenti
  • Libretto formativo per i lavoratori
  • Materiale di informazione/formazione
  • Consulenza in merito alla costituzione del Comitato aziendale per Contrasto Covid-19
  • Acquisto DPI e altri dispositivi, come: DPI (mascherine, guanti, copriscarpe, occhiali protettivi, visiere protettive, visiera protettiva PET atossica); Termolaser (misuratore di temperatura); Prodotti igienizzanti; Segnaletica; Espositore con gel igienizzante e mascherine monouso; Schermi divisori di protezione; Sanificazione e igienizzazione professionale; ecc.

b) Spese di gestione dell’impresa:

  • Spese di gestione ordinaria, come luce-acqua-telefono;
  • Spese di ristrutturazione, ammodernamento, ampliamento per innovazione di prodotto e di processo;
  • Acquisto di macchinari, impianti, arredi, attrezzature, opere murarie e impiantistiche.

 

DETERMINAZIONE DEL CONTRIBUTO A FONDO PERDUTO

 

Il contributo è concesso nella forma di un contributo a fondo perduto una tantum. L’erogazione del contributo avverrà mediante rimborso diretto a presentazione fattura quietanzata, nella misura massima del 40% della spesa.  Il contributo concesso non può essere superiore ad euro 1.000,00 con ripartizione del contributo pro-quota tra le aziende richiedenti.

Il presente contributo è cumulabile con tutte le indennità e le agevolazioni, anche finanziarie, emanate a livello nazionale per fronteggiare l’attuale crisi economico-finanziaria causata dall’emergenza sanitaria da “COVID-19”, ivi comprese le indennità erogate dall’INPS ai sensi del D.L. 17 Marzo 2020, n. 18, e dell’Agenzia delle Entrate ai sensi del D.L. 28 ottobre 2020, n. 137 e, in analogia a queste ultime, non è soggetto a imposizione fiscale, salvo diversa previsione della legislazione statale in materia, purché il totale dei contributi ottenuti non superi il totale delle somme spese.

In caso di disponibilità economica superiore alle domande ricevute, le somme residue a disposizione verranno ripartite fra gli aventi diritto fino a concorrenza della spesa sostenuta o proporzionalmente alla stessa;

In caso di disponibilità economica inferiore alle domande ricevute, le somme a disposizione, pari ad € 22.652,00, verranno ripartite fra gli aventi diritto, proporzionalmente alle spese sostenute;

 

MODALITA’ DI PRESENTAZIONE DELLE DOMANDA

 

Gli interessati dovranno presentare domanda, utilizzando il modulo allegato al presente avviso, preferibilmente a mezzo posta elettronica – all’indirizzo protocollo@comune.atrani.sa.it oppure a mezzo posta elettronica certificata all’indirizzo protocollo.atrani@asmepec.it

In caso di indisponibilità dei suddetti strumenti, la domanda può essere presentata a mano al presidio preposto dall’ente previo appuntamento telefonico chiamando al numero: 089.871185 o al numero 089.871487.

Le domande dovranno pervenire entro e non oltre le ore 12.00 del 15.01.2021;

Il modulo di domanda, compilato tassativamente in ciascuna delle parti di cui si compone, deve essere sottoscritto o firmato digitalmente, ai sensi del D. Lgs. n. 82 del 7 Marzo 2005 e s.m.i., dal titolare dell’impresa, nel caso di ditta individuale, o dal legale rappresentante in caso di società richiedente il contributo, allegando copia del documento di riconoscimento.

Alla domanda dovrà inoltre essere allegato:

  • visura camerale in corso di validità;
  • fatture quietanzate con pagamento tracciabile, relative alle spese sostenute.

La domanda è resa nella forma di dichiarazione sostitutiva di certificazione/atto di notorietà ai sensi degli artt. 46 e 47 del D.P.R. n. 445/2000 ed è soggetta alla responsabilità, anche penale, di cui agli artt. 75 e 76 dello stesso in caso di dichiarazioni mendaci. Le dichiarazioni rese dagli istanti, nell’ambito del presente intervento, saranno oggetto di verifica a campione da parte dei competenti organi di controllo dell’Amministrazione finanziaria.

È ammissibile una sola richiesta di contributo per ciascuna impresa. Qualora risulti inviata più di una domanda, sarà considerata valida l’ultima istanza pervenuta entro i termini che annullerà e sostituirà quella precedentemente inviata.

Non potranno essere accolte le domande:

a) predisposte secondo modalità difformi e inviate al di fuori dei termini previsti dal presente Avviso;

b) predisposte in maniera incompleta e/o non conforme alle disposizioni di Legge e del presente Avviso e/o non sottoscritta dal legale rappresentante.

Per maggiori informazioni consultare il seguente link:

https://atrani.trasparenza-valutazione-merito.it/web/trasparenza/papca-ap/-/papca/display/2505973?p_auth=Pfwu7fhd&p_p_state=pop_up

Allegati

Ultimo aggiornamento

Giovedi 08 Luglio 2021