Lettera del sindaco De Rosa ai concittadini

Emergenza Coronavirus: il sindaco Luciano De Rosa ha scritto una lettera ai cittadini di Atrani

Data:
20 Marzo 2020
Immagine non trovata

Cari concittadini,

credo che nessuno di noi ha più dubbi sulla estrema gravità del momento che attraversiamo. I dati che la Protezione civile ci mostra ogni giorno dicono che siamo in guerra: i numeri dei contagiati, dei ricoverati, dei morti sono lì a testimoniarlo.

Il nemico è un virus di cui sappiamo ancora poco ma che è estremamente intelligente e subdolo; è una traccia invisibile, che inseguiamo ovunque ma che è irrimediabilmente più veloce di noi. Ha capito che la caratteristica principale dell’uomo è rappresentata dalle sue manifestazioni di Umanità (stare insieme, salutarsi stringendosi la mano, solidarizzare con un abbraccio, volersi bene con una carezza ed un bacio …) e utilizza questo nostro essere umani per attaccarci e farci male.

Ogni qualvolta una pandemia attraversa il mondo i popoli si trovano a mutare lo sguardo con cui si scrutano e con cui scrutano gli altri. Per sconfiggerlo è allora necessario, in questo momento, essere più intelligenti del virus: dobbiamo sospendere per il tempo necessario i comportamenti che materializzano il nostro essere umani senza però perdere i sentimenti di solidarietà e di amore che ci legano. 

INSIEME MA DISTANTI.

Solo così daremo il nostro contributo determinante all’esercito di medici, infermieri, volontari della Protezione civile, amministratori e governanti che combattono in prima linea per tutti noi. 

Solo così possiamo vincere questa battaglia; solo così l’Umanità trionferà ancora una volta!

Quando poi tutto sarà passato, quando tutto sarà andato per il meglio, ci ritroveremo più forti di quanto non si possa immaginare.

In conclusione rinnovo a tutti voi l’invito a:

1. Rimanere tassativamente nelle proprie abitazioni;

2. Lavarsi spesso le mani con acqua e sapone o con gel a base alcolica;

3. Evitare il contatto ravvicinato con persone che soffrono di infezioni respiratorie acute; 

4. Non toccarsi occhi, naso e bocca con le mani;

5. Coprirsi bocca e naso con fazzoletti monouso quando starnutisci o tossisci. Se non hai un fazzoletto usa la piega del gomito; 

6. Non prendere farmaci antivirali né antibiotici senza la prescrizione del medico; 

7. Pulire le superfici con disinfettanti a base di cloro o alcol; 

In caso di dubbi non recatevi al pronto soccorso, chiamate il vostro medico di famiglia e seguite le sue indicazioni.

Ultimo aggiornamento

Venerdi 28 Maggio 2021