Ulteriori misure a contenimento del rischio di diffusione del Covid -19

Ulteriori misure a contenimento del rischio di diffusione del Covid -19

Data:
09 Marzo 2020
Immagine non trovata

In attuazione del DPCM della giornata di ieri, 8 marzo 2020, e dell'Ordinanza Regionale n.8, si comunicato ulteriori dispozioni a contrasto della diffusione del coronavirus Covid-19.

Chiunque, dal 7 marzo u.s. faccia o abbia fatto ingresso in Campania delle aree: Regione Lombardia, Provincia di Modena, Parma, Piacenza, Reggio nell'Emilia, Rimini, Pesaro e Urbino, Alessandria, Asti, Novara, Verbano- Cusio- Ossola, Vercelli, Padova, Treviso e Venezia deve:

  • Comunicare tale circostanza al Comune al numero 089871487 o 3388553996 o al medico curate o all'operatore di sanità pubblica al numero 3669333651;
  • Mantenere per 14 giorni dall'arrivo lo stato di isolamento domicialie fiduciario con divieto di contatti sociali, nonché viaggi e spostamenti;
  • Rimanere raggiungibile per le attività di sorveglianza;
  • In caso di comparsa di sintomi avvertire subito il medico o il pediatra o l'operatore di sanità pubblica al numero 3669333651.

La violazione di tali obblighi è sanzionata ai sensi dell'art.650 c.p., salvo maggiore rilievo penale.

Su tutto il territorio regionale sono sospese le attività di piscine, palestre e centri benessere oltre le manifestazioni, gli eventi e gli spettacoli, inclusi quelli cinematografici e teatrali in luoghi sia pubblici che privati. Sono altresì sospese le attività di pub, scuole di ballo, sale giochi, sale scommesse e sale bingo, discoteche e locali assimilati, sotto pena di sospensione dell'attività. E' sospesa l'apertura dei musei e altri istituti e luoghi di cultura.

E' consentita l'attività di ristorazione e bar con obbligo per il gestore di far rispettare la distanza interpersonale di almeno un metro, pena la sospensione dell'attività.

Si raccomanda ai gestori di altri esercizi commerciali, sia all'aperto che al chiuso, di adottare misure per il contingentamento dell'accesso o comunque tali da evitare assembramenti nel rispetto della distanza interpersonale di almeno un metro.

L'apertura dei luoghi di culto è condizionata all'adizione di misuri tali da evitare assembramenti di persone garantendo il rispetto della distanza interpersonale di almeno un metro. Sono sospese le cerimonie civili e religiose, comprese quelle funebri.

Si raccomanda alle persone anziane o affette da malattie croniche o immunodepresse di uscire da casa solo in casi di stretta necessità, evitando comunque i luoghi affollati.

Tutte le peronone sono invitate a limitare al massimo gli spostamenti. In caso di febbre e sintomi respiratori va limitato qualsasi cntatto sociale e conttato il medico curante.

Si raccomanda altresì il massimo rispetto delle regole di igiene già divulgate.

Ultimo aggiornamento

Lunedi 28 Giugno 2021